Colorare le pareti: 7 errori da non fare

Voglia di restyling

Buon pomeriggio,
ahh la primavera, a volte buona, ma altre cattiva consigliera. Siete amanti dei colori? Vi piace colorare le pareti? Volete rimodernare casa? Si è meraviglioso però spesso e volentieri si rischia di cadere in alcuni errori facilmente evitabili. Colorare le Pareti 7 errori da non fare!

Colorare le Pareti – 7 errori da non fare!

Ognuno ha i propri gusti in fatto di colori e di modi di arredare la propria casa, alcune volte, diciamolo certi lavori finiscono per essere abbastanza discutibili. Altre volte non è affatto come lo immaginavamo nella nostra mente. Si sa, ci piace rimodernare casa, ma magari non abbiamo fondi per affidarci ad un esperto, ed optiamo per il fai da te. Sono come voi, e nel corso degli anni ho imparato a riconoscere alcuni errori prima di commetterli e perché no anche conoscere i miei limiti.

1 – La preparazione

Il primo errore in assoluto, che sicuramente abbiamo fatto almeno una volta nella vita, è non dare importanza alla preparazione del muro. Non sempre siamo alle prese con pareti di una casa nuova, ecco perché fare attenzione e correggere le imperfezioni è fondamentale per la buona riuscita della nostra opera. Prima di tutto quindi, se ci sono crepe, bisogna ricorrere ad operazioni di stuccatura e levigatura prima di procedere con la prima mano di vernice.

Il secondo errore è quello di non coprire le superfici come i battiscopa e il pavimento. Meglio procedere con la copertura dei mobili, la pavimentazione e i battiscopa con dei teli ed i profili delle finestre e prese elettriche con della carta gommata. Ora che è tutto pronto, si può iniziare.

2 – Usare colori fai da te

Bene, non abbiamo abbastanza fondi per contattare un esperto? Ma almeno mettiamo i soldi da parte per fare i colori su misura. Basta andare in colorificio o in un qualsiasi brico per vedere la tabella dei colori e crearne uno che ci faccia innamorare. 

In primo luogo se siete amanti dei colori scuri e intensi, non riuscirete mai a creare una tonalità forte semplicemente aggiungendo del colore concentrato al bianco. Alla fine andrete a spendere anche di più senza riuscire ad ottenere ciò che desiderate.

In secondo luogo, se anche riusciste ad ottenere un colore che vi piace, sarebbe molto difficile riproporre lo stessa identica tonalità se non vi basta la pittura, o in caso di ripristino del colore in un futuro.

Quindi mettiamoci l’anima in pace, misuriamo la stanza e moltiplichiamo per due. Si, perché due mani sono sempre opportune!

Colorare le pareti

3 – Dare solo una mano di pittura

Ebbene come dicevo prima due mani di pittura sono sempre opportune. A meno che non dobbiate ripassare lo stesso colore, due mani è d’obbligo. Il motivo è semplice. Non è che se passate due volte il colore questo diventa più scuro, ma semplicemente perché andrete a ricoprire le imperfezioni rimaste dalla prima mano.

Che sia fatta con il rullo o col pennello, se non siete dei veri e propri esperti, quando il colore asciugherà si noteranno delle differenze cromatiche antiestetiche. Se poi stiamo andando a ricoprire un colore scuro con uno più chiaro, nemmeno a dirlo.

4 – Stanza e finestra piccola e colori scuri

Uno dei primi errori è quello di cercare dei colori scuri, perché magari più intensi e belli (sulla carta), senza prima aver fatto attenzione alle dimensioni della stanza. In un ambiente piccolo, con poca luce naturale, i colori scuri potrebbero dare senso di oppressione e ottenere la percezione di una stanza ancora più piccola.

A volte basta un poco di creatività e una ricerca su internet per avere qualche idea su come sfruttare al meglio i colori per rendere migliore una zona della casa cupa e triste.

Un esempio? Immaginate una stanza stretta, ora provate ad immaginare di colorare semplicemente il soffitto magari con un colore acceso e lasciare le pareti bianche. Avrete la percezione di una stanza più larga. E’ anche vero che colorare i soffitti è sempre una scelta azzardata, soprattutto se non si hanno le idee chiare, ma credo che normalmente tendiamo a dare troppa poca importanza ai soffitti preoccupandoci solo di colorare le pareti. L’importante è non esagerare e mantenere una certa sobrietà.

Colorare le pareti

5 – Usare troppi colori

A volte ci piace pensare che l’unione dei nostri colori preferiti possa essere vincente, ma non sempre la realtà è uguale alle aspettative. I gusti non si discutono, o forse si! Dipende, se entriamo in una stanza e ci viene mal di testa, c’è qualcosa che non va… 🙂

Usare troppi colori può essere controproducente, soprattutto se tra di loro fanno a pugni. Sono dell’opinione che usarne al massimo due sia la scelta migliore, a meno che non abbiate idea di valorizzare una piccola parete, in questo caso attenti anche all’arredamento, una parete multicolor non dovrebbe mai essere caricata di troppi dettagli di arredamento, come si dice il troppo stroppia!

Colorare le pareti

6 – Non tenere conto dell’arredo

Quando pensiamo di riverniciare i muri di casa dobbiamo soprattutto tenere un occhio di riguardo a come le stanze in questione sono arredate. Colori troppo intensi in stanze con tanti mobili, magari antichi, non fanno altro che appesantire. Magari in un primo momento vi piace, ma da li a poco vi stancherete e avrete l’esigenza di cambiare colore nuovamente.

Personalmente non amo avere troppi mobili in casa, ma amo sia lo stile moderno che i mobili in arte povera, amo soprattutto unire gli stili e curare i dettagli.

7 – Spugnato si ma con moderazione

Negli anni passata la moda dello spugnato, tamponato, strisciato e via dicendo, aveva preso il sopravento, ma purtroppo anche una brutta piega, e ve lo dico per esperienza, il muro del mio primo negozio lo feci spugnato di azzurro e non essendo contenta ci feci pure la mia camera. Per fortuna sono rinsavita 😀
Scherzi a parte queste tecniche sono molto belle e apprezzabili in piccole pareti e non di certo su tutta la superficie. In particolar modo trovo molto bella la velatura, ma ripeto solo in piccole porzioni, come dettaglio.

Colorare le pareti

Avete le idee un po’ più chiare per colorare le pareti? Io quest’anno penserò a rimodernare il mio piccolo studio, sto ancora cercando l’accordo perfetto. Sono in fissa con la carta da parati, staremo a vedere 🙂

Ciao e buona pittura.

5

Leave A Comment

Accedi con